Blog

Rimani sempre aggiornato con le nostre news di settore

La recente riforma Cartabia ha portato cambiamenti significativi sia per l'arbitrato societario che per quello ordinario.

Un rinnovato arbitrato post Riforma Cartabia

Nemmeno arbitrato e clausola compromissoria sono sfuggiti all’esigenza di riordino normativo avvertita dalla recente e già più volte protagonista Riforma Cartabia. Intervento, da un lato, concentrato sul c.d. arbitrato rituale, ovvero quello che trova conclusione con il lodo avente la stessa efficacia di una sentenza. Dall’altro che ha coinvolto tanto l’arbitrato societario quanto quello ordinario.…

CONTINUACreated with Sketch.
Dal 2003, l'arbitrato societario si confronta con l'arbitrato di diritto comune.

Società: doppio binario per l’arbitrato?

Risale al 2003 il battesimo dell’arbitrato societario ed il suo ingresso a pieno titolo nell’ordinamento italiano. Epoca ben successiva rispetto al già da tempo esistente arbitrato di diritto comune. I due arbitrati iniziarono a contendersi la scena. E fu subito confusione. Segnatamente il dubbio era: una società che intendesse inserire in statuto la previsione della…

CONTINUACreated with Sketch.
L'arbitrato nell'ambito societario e le clausole compromissorie. L'arbitrato societario si riferisce alle controversie tra soci e società, regolato dagli articoli 34 e seguenti del d.lgs. 5/2003. Le limitazioni e le particolarità delle clausole compromissorie, compresa la nomina degli arbitri e il carattere vincolante per tutti i soci.

Arbitrato nell’ambito societario

Ad aprire le porte all’arbitrato anche le clausole compromissorie spesso e di frequente rinvenibili nello statuto delle società. Arbitrato societario in tal caso, la cui disciplina ha sempre visto il proprio riferimento negli articoli 34 e seguenti del d.lgs. 5/2003. Normativa speciale, quest’ultima, avente ad oggetto la definizione dei procedimenti in materia di diritto societario.…

CONTINUACreated with Sketch.
Arbitrato ordinario e arbitrato nel contenzioso societario. Due rimedi la cui disciplina si rinveniva rispettivamente nel codice di procedura civile nel primo caso e in una normativa speciale nel secondo.

Arbitrato ordinario tra compromesso e clausola compromissoria

Arbitrato ordinario e arbitrato nel contenzioso societario. Due rimedi la cui disciplina si rinveniva rispettivamente nel codice di procedura civile nel primo caso e in una normativa speciale nel secondo. Il d.lgs. n 5/2003 per la precisione. Almeno fino alla ormai nota Riforma Cartabia. Partiamo intanto dall’arbitrato ordinario. Anzitutto, cos’è l’arbitrato ordinario? L’arbitrato ordinario si…

CONTINUACreated with Sketch.

Elargizioni al figlio che coabita: le pretese dell’altro figlio alla morte del comune genitore

Ora che si sono viste le previsioni rinvenibili nell’impianto codicistico in tema di elargizioni e spese sostenute dai genitori e relativi impatti sulla vicenda successoria, non resta che passare ad una rapida rassegna di qualche esempio per meglio comprendere in che termini l’intervento del testatore può incidere sulla tematica attenzionata. Ipotizziamo che un genitore, per…

CONTINUACreated with Sketch.

Spese in conto di legittima?

La tematica legata alle spese spesso ingenti sostenute per i figli rapportata alla vicenda successoria dei genitori è stata per ora affrontata sul piano della quota di eredità. Ma cosa succede se il medesimo interrogativo venisse a porsi sotto il differente profilo della quota di legittima? Possono valere e ripercorrersi le medesime considerazioni? Possono, insomma,…

CONTINUACreated with Sketch.

Intervento del testatore tra spese sostenute e quota di eredità

Ora che si sono viste le previsioni rinvenibili nell’impianto codicistico in tema di elargizioni e spese sostenute dai genitori e relativi impatti sulla vicenda successoria, non resta che passare ad una rapida rassegna di qualche esempio per meglio comprendere in che termini l’intervento del testatore può incidere sulla tematica attenzionata. Ipotizziamo che un genitore, per…

CONTINUACreated with Sketch.

Spese sostenute per i figli: possibili risvolti a livello successorio?

Sostenere le spese per il mantenimento dei propri figli, almeno fintanto che non siano autosufficienti, si sa, rientra tra gli immancabili doveri cui sono chiamati i genitori. Spesso, tuttavia, può capitare che tali spese possano risultare piuttosto ingenti. Tali da significativamente decurtare il patrimonio. Si pensi, a titolo di esempio, a quelle nunziali. E non…

CONTINUACreated with Sketch.

Atteggiarsi di opzione e prelazione sull’inoptato con più categorie di partecipazioni

Pluralità di categorie di azioni o di quote in società? Disciplinare il diritto di opzione in occasione degli aumenti onerosi del capitale sociale rappresenta senz’altro un aspetto complementare rispetto a quello esaminato nel focus precedente. Punto di partenza: il diritto di opzione spetta sempre ed indiscutibilmente su tutte le partecipazioni di nuova emissione. A prescindere…

CONTINUACreated with Sketch.

Aumento non proporzionale: approvazione delle assemblee speciali?

Il concetto di pregiudizio è da sempre intangibile. Ma fondamentale specie nell’ottica di una società che veda il proprio capitale comporsi altresì da categorie speciali di partecipazioni. Invero, è l’art 2376 c.c., di pacifica analogica applicazione anche in tema di s.r.l., ad imporre la previa approvazione dell’assemblea speciale della categoria interessata, proprio in caso di…

CONTINUACreated with Sketch.